Invia articolo Stampa articolo
Al Badoni si “studia” la Protezione civile

Lecco - Lezioni di Protezione civile per gli studenti dell’istituto Badoni di Lecco: questo tema, infatti, sarà trattato nel corso di un’assemblea di istituto che si svolgerà venerdì 24 febbraio dalle ore 9 alle ore 12.30 al cinema Nuovo di Lecco.

PRESENTE L'ASSESSORE. All'iniziativa, organizzata dai rappresentanti di istituto in accordo con il dirigente scolastico Roberto Peverelli, è stato invitato anche l’assessore provinciale alla Protezione civile Franco De Poi. Si parlerà del ruolo della protezione civile in provincia di Lecco, partendo dal contesto nazionale fino al livello provinciale e locale, di prevenzione rispetto ai possibili eventi di protezione civile, che potrebbero interessare anche il nostro territorio, allargando anche lo sguardo sui recenti eventi sismici che hanno colpito l’Italia, con particolare riferimento al  terremoto a L’Aquila. All’incontro sono stati invitati a partecipare anche il responsabile provinciale del servizio Protezione civile Fabio Valsecchi, oltre ad altri tecnici e volontari che porteranno le loro esperienze dirette nelle situazioni emergenziali che si sono trovati a fronteggiare.

PREVENZIONE E CONOSCENZA. Motivando l'iniziativa, l’assessore De Poi ricorda che "l’attività di protezione civile è prima di tutto prevenzione e conoscenza, al fine di diffondere una cultura basata sull’autoprotezione individuale. Per questo sono più che positivi questi incontri, con l’augurio che un sempre maggior numero di giovani possano avvicinarsi alla Protezione civile, portando il loro contributo anche quali volontari”.

CITTADINI PIU' MATURI. Auspicio condiviso da Peverelli: “Di Protezione civile - sottolinea - si parla e si sente parlare spesso, ma davvero sappiamo di che cosa si tratta, di quale sia la sua organizzazione, quali i suoi compiti? E più in particolare, conosciamo quali sono i problemi di cui la Protezione civile si occupa vicino a noi, nel territorio della nostra provincia, quali sono i suoi piani di intervento? Conoscere la Protezione Civile significa anche acquisire consapevolezza delle situazioni di rischio presenti in una determinata area e di quanto si può e si deve fare per prevedere e prevenire gli eventi potenzialmente pericolosi. Significa anche conoscere meglio quanto la pubblica amministrazione fa per garantire la sicurezza dei cittadini nelle situazioni di emergenza. Insomma - conclude il dirigente scolastico - significa essere cittadini più informati e più maturi, critici e consapevoli. Per questo è importante che gli studenti trovino nella scuola occasione per precisare e approfondire le loro conoscenze su questo argomento, nel cammino della loro formazione come uomini e come cittadini”.

22 febbraio 2012