Invia articolo Stampa articolo
Lancette in avanti: scattata l'ora legale

Lecco (Lècch) - Ritornata l'ora legale: la notte di Pasqua, per la precisione alle due, le lancette degli orologi hanno fatto un "passo" avanti di un'ora.

ORA DI LUCE. L’ora legale scattata nella notte tra sabato 26 e Domenica 27 marzo, ci ha tolto un'ora di sonno ma ci permetterà di godere di un'ora di luce in più, nel senso che l'oscurità calerà più tardi la sera.

POLEMICHE. L'annuale introduzione dell'ora legale, pensata per risparmiare sui consumi di energia elettrica, viene accolta dalle immancabili polemiche di chi non si rassegna a perdere un'ora di sonno. Quest'anno, si scopre che l'’ora legale può avere effetti negativi anche sulla postura e aggravare i sintomi da mal di schiena: il professor Alessandro Napoli, docente all’Università di Roma La Sapienza e premiato ad Harvard, spiega questo rapporto poco conosciuto.

RIPARAZIONE. Se si soffre di mal di schiena, sostiene Napoli, la mancanza di sonno tenderà ad aggravare i sintomi per diversi motivi. Mentre dormiamo, infatti, avviene gran parte della riparazione dei tessuti. Inoltre, la mancanza di sonno provoca squilibri chimici a livello cerebrale e si abbassa la soglia di sopportazione del dolore. Le persone che non dormono abbastanza soffrono più di dolore cronico, tra cui il mal di schiena.

AFFATICAMENTO. E quali sono le conseguenze? Per l’esperto, l’affaticamento dei muscoli della schiena influenza negativamente la colonna vertebrale con conseguente cattiva postura. Quando la colonna vertebrale non è in allineamento corretto, i muscoli, i dischi e le articolazioni della colonna vertebrale sono sottoposte a maggior stress. I muscoli di una schiena affaticata sono più facilmente contratti.

ACCORGIMENTI. E per prevenire il mal di schiena ci sono alcuni piccoli accorgimenti. Alimentazione ricca di antiossidanti: ad esempio in questo periodo favorire gli estratti a base di finocchio e carote, l’uso di prodotti freschi come gli asparagi (meglio se selvatici), il carciofo e limitare il più possibile gli zuccheri raffinati e l’alcool. Attività Fisica: una buona e costante tonicità muscolare è il rimedio migliore per prevenire disturbi cronici della zona lombare; non importa la tipologia di attività importa la costanza ed un carico di lavoro gentile specie all’inizio.

27 marzo 2016