Invia articolo Stampa articolo
Galbiate, il sindaco dall'80% al commissario in 1 anno e mezzo

Galbiate (Galbiàa) - Dalle stelle alle stalle a velocità siderale: in 18 mesi, Piergiovanni Montanelli, il votatissimo sindaco di Galbiate, ha perso il Comune. Alla guida del Municipio, ora arriva il commissario prefettizio Laura Maria Motolese che condurrà il paese alle elezioni.

"A seguito dell’approvazione della mozione di sfiducia votata in data 18 dicembre da parte di sette consiglieri sui dodici assegnati nei confronti del sindaco del Comune di Galbiate - si legge nella nota della Prefettura di Lecco - è stata promossa la procedura di scioglimento del consiglio comunale medesimo. Nelle more del procedimento di scioglimento del consiglio comunale, allo scopo di assicurare la provvisoria gestione dell’ente locale, il prefetto di Lecco, Castrese De Rosa, ha sospeso il predetto organo ed ha nominato commissario prefettizio Laura Maria Motolese, in servizio presso questa Prefettura con la qualifica di vice prefetto".

Il sindaco Pier Giovanni Montanelli era stato eletto solo un anno e mezzo fa con la lista civica di centrosinistra Agenda Galbiate, stracciando l'avversario grillino Giovanni La Colla grazie a un successo "bulgaro" che gli aveva valso l’80% dei voti. Nelle dinamiche di questo ampio consenso sono maturate le accuse di incoerenza che hanno seppellito il sindaco.

19 dicembre 2020