Invia articolo Stampa articolo
Meglio in galera che da mammą: boliviano evade dai domiciliari

Lecco (Lècch) - La convivenza con la mamma era talmente pesante che un giovane boliviano, condannato ai domiciliari, è scappato di casa andando dai Carabinieri incurante, anzi forse sperando, di finire in galera. I militari non hanno potuto far altro che arrestarlo per l'evasione e il giudice lo ha nuovamente condannato... ai domiciliari con mammà.

Il curioso episodio è accaduto ieri, mercoledì 4 marzo, quando Q. C. J. B., 23enne, cittadino boliviano, regolare sul territorio nazionale, si è presentato ai militari della Stazione Cc di Lecco, che lo hanno subito tratto in arresto per evasione.

Il giovane, lo scorso 28 febbraio, infatti, si era arbitrariamente allontanato dal domicilio lecchese della madre, dove scontava una pena agli arresti domiciliari. Il boliviano ha vagato qualche giorno poi si è spontaneamente presentato ai Carabinieri di Lecco riferendo che, a causa di incomprensioni caratteriali con la madre, non intendeva più restare in casa con lei.

Nella mattinata odierna lo straniero è stato condotto al Tribunale di Lecco per il giudizio direttissimo a seguito del quale il giudice, nel convalidare l’arresto, ha nuovamente disposto la detenzione domiciliare.

5 marzo 2020