Invia articolo Stampa articolo
Odio a Lecco: buonista graffia Zamperini (FdI)

Lecco (Lècch) - Giacomo Zamperini, ex consigliere comunale di Lecco ed esponente di Fratelli d'Italia, è finito al Pronto Soccorso. Ce lo hanno spedito le unghie lunghe, non si sa quanto igienicamente corrette, di un buonista militante.

Zamperini è stato affrontato in un locale pubblico da un attivista di sinistra che si è scagliato contro di lui ghermendogli il viso. Alla fine del trattamento l'esponente di FdI si è rivolto alle cure del Manzoni, poi ha tranquillizzato tutti i suoi amici dal social: "Sto bene, solo qualche graffio".

"Non ci faremo intimidire, non ci tapperanno la bocca e non cadremo nella loro trappola. Se pensavano di trascinarci in una spirale di odio e violenza, si sono sbagliati di grosso", ha aggiunto Zamperini, assicurando che non cova "alcun rancore né desiderio di vendetta" nei confronti del graffiatore.

Paradossalmente nei giorni scorsi anche a Lecco erano scese in piazza le cosiddette sardine, alborelle lacustri, mobilitate contro il presunto odio leghista e fratellitalista, all'insegna della Bella Ciao.

Nella foto: i graffi a Zamperini (facebook)

17 dicembre 2019