Invia articolo Stampa articolo
Leva civica, si sono fatti avanti in 100

Lecco (Lècch) - La Leva civica continua a rappresentare un’opportunità di crescita per i ragazzi del territorio tra i 18 e i 28 anni: un percorso importante, della durata di otto mesi, che permette ad un gruppo di giovani di mettersi alla prova, prepararsi per il futuro e sentirsi parte della propria comunità.

Per il bando 2019/2020 sono state oltre cento le domande di partecipazione ricevute dallo staff di Living Land per i 24 posti messi a disposizione dagli Ambiti distrettuali di Lecco e Bellano. Le nuove leve civiche selezionate hanno iniziato il loro percorso a dicembre 2019 e proseguiranno fino ad agosto 2020; intanto è possibile fare un bilancio dell’esperienza del bando precedente, avviata a dicembre 2018 e conclusasi nell’agosto 2019.

Per l’edizione 2018/2019 erano pervenute 127 domande di partecipazione; al termine della selezione i candidati rimasti in corsa sono stati 80, 54 dei quali provenienti dai Comuni dell’Ambito di Lecco, 20 dai Comuni dell’Ambito di Bellano, 5 da quelli dell’Ambito di Merate e 1 da fuori provincia. Tra loro lo staff del progetto ha dovuto selezionare 22 ragazzi, le leve civiche che hanno poi iniziato il loro percorso nei tre diversi campi previsti: l’area sociale e didattico-formativa, l’area culturale e turistica e quella tecnico-amministrativa.

Diversi gli enti ospitanti: otto nella città di Lecco (Caritas e il doposcuola parrocchiale San Nicolò, le associazioni Anteas, Auser e La Goccia, CSE Artimedia, la comunità disabili Casa l’orizzonte, la Casa sul pozzo), dodici nell’Ambito di Lecco (i Comuni di Molteno, Dolzago, Castello Brianza, Ello, Oggiono,Malgrate, Valgreghentino e Pescate, la biblioteca di Oggiono, il Cfp Aldo Moro, la scuola dell’infanzia Gavazzi e la scuola primaria Cima di Valmadrera) e nove nell’Ambito di Bellano (i Comuni di Mandello, Abbadia, Ballabio, Bellano e Vendrogno, le scuole dell’infanzia Casa del Bambino di Abbadia, Tommaso Grossi di Bellano e Venini Introbio, la cooperativa Sineresi).

L’esperienza della Leva civica è durata otto mesi e ha impegnato i 22 giovani per 21 ore la settimana, a fronte di un’indennità mensile di 303,66 euro. Accanto alle attività svolte presso gli enti ospitanti, i ragazzi hanno partecipato ad un percorso formativo di gruppo, che ha avuto lo scopo di approfondire la conoscenza di se stessi in relazione all’esperienza della leva civica e di cogliere il significato di essere un soggetto attivo all’interno della comunità.

13 febbraio 2020