Invia articolo Stampa articolo
Stato di emergenza nel Lecchese: mille evacuati per il maltempo

Lecco (Lècch) - Attivato dalla Provincia di Lecco, con il coordinamento della Prefettura, il Sistema di Protezione civile per fronteggiare le diverse situazioni critiche che hanno fatto seguito all'ondata di maltempo abbattutasi nelle scorse ore sul territorio. Fontana pronto a riconoscere lo stato di emergenza nel Lecchese.

Maggiormente colpite alcune aree e località in Alto Lago e in Valsassina, dove si contano quasi 1.000 evacuati. La situazione più critica infatti riguarda il corso del torrente Varrone e i Comuni di Premana, Pagnona, Casargo, Valvarrone, Vendrogno, Dervio, Primaluna, oltre a Morterone, rimasto praticamente isolato per una frana sulla strada provinciale 63.

La Provincia di Lecco, allo scopo di tutelare maggiormente i Comuni e gli altri enti del territorio, si è attivata per chiedere alla Regione Lombardia la dichiarazione di stato di emergenza, coinvolgendo anche eventuali altre Province interessate, tra cui la Provincia di Sondrio, che si trova parzialmente isolata con la linea ferroviaria interrotta in più punti. La circolazione ferroviaria, infatti, è stata sospesa dalle 10.15 sulla linea Lecco-Tirano/Chiavenna, fra le stazioni di Colico e Delebio e Dervio e Bellano.

Il presidente della Provincia di Lecco Claudio Usuelli ha già parlato con il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, che ha subito manifestato la sua solidarietà e ha assicurato la massima disponibilità per il riconoscimento dello stato di emergenza.

12 giugno 2019