Invia articolo Stampa articolo
Frammenti di filosofia dal 3 aprile a Lecco

Lecco (Lècch) - ACEL Energie main sponsor del ciclo di incontri “Frammenti di filosofia”. Presentata nei giorni scorsi la rassegna.

“In una società che è abituata a correre, fermarsi a pensare può sembrare un lusso superfluo, un esercizio per pochi privilegiati. Non vi è nulla di più sbagliato: la filosofia è alla base dell’uomo e della società, oggi forse più ancora che nel passato. Riflettere sul significato della vita e delle cose è un’esigenza per chi non vuole limitarsi a rincorrere il presente e il futuro, ma intende comprendere la strada sulla quale indirizzarsi. Per questo, anche in questa edizione di “Frammenti di filosofia”, ACEL Energie compare tra gli sponsor di questo ambizioso progetto. E lo fa con orgoglio, nella consapevolezza che il confronto con alcuni tra i più grandi pensatori del nostro tempo può aiutare ciascuno singolarmente e la comunità nel suo complesso a trovare una strada, una direzione verso cui andare”.

Così Giovanni Priore, presidente di ACEL Energie, è intervenuto questa mattina in occasione della conferenza stampa di presentazione del ciclo di incontri promosso da Frammenti di Filosofia e Mecrì dal titolo “Pensare l’evoluzione”, che si svilupperà dal prossimo 3 aprile per un mese, con incontri in programma presso la sala convegni di Confindustria Lecco Sondrio.

Una iniziativa culturale di grande respiro, che ha avuto anche il patrocinio del Consiglio di Regione Lombardia: “Il patrocinio di Regione Lombardia sottolinea il valore di questa iniziativa che esprime anche un pezzo di lavoro comune del nostro territorio: proprio questa condivisione di intenti ha permesso di portare a Lecco un evento che apre a orizzonti d’eccellenza”, ha sottolineato il consigliere regionale Mauro Piazza aprendo la conferenza stampa allo Ster di Lecco.

“Il tema dell’evoluzione è quanto mai suggestivo e stimolante. – ha proseguito il presidente di ACEL Energie, Priore - Evolvere coincide davvero sempre con il progresso? E con quale tipo di progresso? Verso quale futuro, in altre parole, ci stiamo indirizzando? Un futuro realmente per l’uomo? Interrogativi forti e impegnativi, a cui occorre insieme cercare di dare una risposte. Per chi, come ACEL Energie, ha a cuore il futuro del nostro territorio, riflettere su questi temi significa davvero contribuire a progettare il nostro domani. Noi già lo facciamo, con il gruppo ACS AGAM di cui facciamo parte: i temi legati alla riqualificazione degli edifici, all’efficienza energetica, alla mobilità smart sono parte del nostro impegno quotidiano. Per questo siamo a fianco degli organizzatori di questo ciclo di incontri: perché il nostro futuro collettivo è frutto delle scelte che ciascuno compie nel proprio oggi. Con responsabilità e impegno”.

Enrico Bassani, promotore del ciclo di incontri, ha evidenziato in particolare il “carattere trans-disciplinare dell’approccio proposto, superando lo specialismo per trovare nella filosofia un punto di incontro” e ha auspicato una “continuità in questo tipo di iniziative, alla luce della consapevolezza che senza cultura si perdono spazi per riflettere sull’uomo”. “Lavorare nella cultura significa coltivare”, ha ricordato Florinda Cambria di Macrì, che ha aggiunto: “La filosofia è l’orizzonte entro il quale le diverse tecniche culturali possono interagire. L’obiettivo è far sì che l’uomo viva la sua presenza nel mondo in modo non passivo”.

Sul tema dell’evoluzione si è concentrato il filosofo Carlo Sini: “Nell’Ottocento si pensava che tutta la vita, e la sua evoluzione, si fosse organizzata in funzione dell’uomo. Oggi sappiamo che gli sconfitti nell’evoluzione sono coloro che hanno contribuito a realizzare ciò che oggi noi siamo. Per questo occorre avere una visione collettiva e la consapevolezza che l’essere umano è frutto di un cammino”.

25 Marzo 2019