Invia articolo Stampa articolo
Calco, irruzione nel bordello: donne sudamericane “al lavoro”

Calco (Calch) - Ricevute varie segnalazioni dagli abitanti di Calco, la Digos di Lecco ha fatto luce sull’andirivieni di persone e di giovani straniere presso un’abitazione di via San Vigilio. Le investigazioni, corredate da appostamenti, hanno portato alla scoperta di una casa di appuntamenti dove donne extraUe si prostituivano.

L'intervento dei poliziotti lunedì pomeriggio. Dopo l’ennesimo appostamento, personale Digos coadiuvato da agenti delle Volanti, della Polizia Scientifica e della Polizia Locale di Calco ha fatto irruzione nei locali segnalati riscontrando la presenza di due donne, rispettivamente di nazionalità dominicana e costaricense, intente a prostituirsi e di un avventore.

Le due donne, C.G., dominicana del 1988 titolare di permesso di soggiorno, e L.V.C., costaricense del 1984, sono state interrogate dagli investigatori della Digos che ad esito degli ulteriori accertamenti hanno deferito la cittadina costaricense in quanto clandestina sul territorio nazionale. Inoltre sono al vaglio degli inquirenti le posizioni del proprietario della casa utilizzata come luogo di prostituzione nonché della persona titolare del contratto di affitto, una donna d’origine sudamericana, ma non presente al momento dell’irruzione: questo al fine di stabilire le eventuali responsabilità in ordine ai reati di favoreggiamento e/o sfruttamento della prostituzione.

22 gennaio 2019