Invia articolo Stampa articolo
In Valsassina come nella steppa: arriva il Burian, -18° a Premana

Lecco - Partito all'insegna di una sospetta mitezza, l'inverno mostra il suo volto. Arriva il freddo, che nel Lecchese toccherà punte siberiane per effetto del Burian, gelido vento della steppa, una glaciale novità per la zona che farà crollare le temperature a livelli inconsueti.

COLONNINA IN PICCHIATA. Le avvisaglie del gelo sono in arrivo già da questo fine settimane, con qualche fiocco di neve. Ma il freddo da tremare si farà sentire con mercoledì, per poi esplodere venerdì quando la colonnina di mercurio sprofonderà di gran lunga sotto lo zero. Sul territorio, una delle zone più colpite sarà senz'altro la Valsassina. Eloquenti i valori che si prevedono nella giornata di venerdì 3 in località valsassinesi come Barzio e Premana, scelte a puro titolo di esempio.

CIBO AGLI ANIMALI. A Barzio si passerà dai -12° delle 7 del mattino agli oltre -15° delle 22. Nello stesso giorno, a Premana i -15° si raggiungeranno già nelle prime ore della giornata, per risalire di non molto nelle ore centrali e sprofondare a -18°. Un freddo che metterà a dura prova non soltanto le persone: in alcune regioni la Protezione animali invita ad offire cibo agli animali liberi.

COME DIFENDERSI. Per difendersi dal freddo bastano pochi accorgimenti come portare il cappello, vestirsi a strati, senza trascurare la canonica maglietta da indossare sotto la camicia, e chiudere bene ogni varco all'aria gelida: utilissima, a questo proposito, la classica cravatta o una sciarpa ben stretta. Anche l'alimentazione deve essere adeguata alla situazione con cibi proteici, energetici ma digeribili: dalla carne alla frutta e verdura di stagione.

28 gennaio 2012