Invia articolo Stampa articolo
La "Grande Lecco" suscita interesse

Lecco (Lècch) - La serata organizzata da Appello per Lecco presso la sala conferenze di Confindustria in via Caprera a Lecco, ha incuriosito e appassionato i cittadini. Numerosi gli amministratori e i rappresentanti di associazioni del territorio lecchese e non che venerdì vi hanno preso parte.

Il tema è risultato essere interessante, coinvolgente e molto attuale per coloro che hanno sensibilità riguardo la necessità di procedere speditamente, coinvolgendo le comunità attraverso un percorso condiviso, ad un riordino istituzionale che favorisca aggregazioni, fusioni o incorporazioni di Comuni limitrofi.

La serata, iniziata poco dopo le 21.00 in una sala quasi al completo, ha avuto inizio con l'introduzione di Paolo Valsecchi autore del libro "Grande Lecco" dedicato a Gianni Codega, di cui sono state distribuite più di 100 copie al pubblico presente. Durante l'intervento Valsecchi ha riassunto gli elementi essenziali della sua ricerca, quantificando ed evidenziando opportunità, vantaggi e criticità delle fusioni immaginate per il nostro territorio.

In seguito, ha preso la parola Federico Gusmeroli, esperto in "riordino istituzionale" e curatore di alcune tra le maggiori esperienze di fusioni di Comuni in Italia. Gusmeroli ha segnalato che un numero sempre maggiore di enti comunali cercano di avvantaggiarsi potenziando i propri servizi a favore delle Comunità attraverso il progetto di fusione dei comuni. Questo dato è stato confermato recentemente dal fatto che la totalità dei Comuni è in diminuzione negli ultimi tempi tant'è che la soglia degli 8000 comuni italiani è stata abbattuta e sono stati contati circa 7900 enti comunali in alcune recenti rilevazioni.

Altro invitato è stato il giovane sindaco di Valsamoggia, Daniele Ruscigno, che ha fornito ai presenti l'esempio concreto dei vantaggi recepiti dai Comuni dell'area bolognese che hanno deciso di unirsi in questo ambizioso ma realistico progetto. Comunità felici di aver fatto una scelta vincente e che ha consentito a Valsamoggia di diventare il terzo Comune della provincia, di avere maggior peso politico e amministrativo ed innumerevoli benefici finanziari, di bilancio e razionalizzazione amministrativa ma senza perdere l'identità di ogni singolo vecchio comune, anzi mettendo in atto dei progetti di valorizzazione.

Dopo il dibattito è intervenuto Virginio Brivio, sindaco di Lecco e presidente dell'Anci Lombardia, chiedendo di affrontare senza pregiudizi questo argomento delle fusioni ed esortato gli amministratori ad incoraggiare il dibattito all'interno dei Consigli Comunali, incoraggiandoli a portare il messaggio nelle rispettive comunità e di sostenere l'idea di Appello per Lecco per costituire un comitato trasversale ed eterogeneo che approfondisca le tematiche delle fusioni ed eventuali incorporazioni. Proprio a questo proposito il sindaco di Lecco ha affermato: "L'Anci Lombardia può mettere a disposizione risorse per studi di fattibilità e per accompagnare i Comuni verso l'assunzione di orientamenti e decisioni di razionalizzazione istituzionale".

6 maggio 2018