Invia articolo Stampa articolo
Volley, terzo stop consecutivo: Olginate perde il derby di Lecco

Lecco (Lècch) - Nel campionato nazionale di serie B2 terza sconfitta consecutiva per l’Elevationshop.com Olginate, che cade sul campo della capolista Acciaitubi Picco Lecco per 1-3 (21-25, 25-19, 18-25, 17-25).

Una gara difficilissima per il momento non esaltante delle olginatesi e per la caratura dell’avversaria, capolista solitaria e lanciata verso la promozione diretta in serie B1.

Anche questa settimana Tirelli e Rebecca devono rinunciare all’infortunata Boscolo Nata e schierano Colombo in palleggio, Giudici opposto, Cattaneo e Tresoldi al centro, Rinaldi e Rocca in banda, Francesca Comi libero. Nel corso della gara spazio anche ad Alice Comi, Cortesi, Perego e Acquistapace.

Nel primo set la Picco parte decisamente meglio, Olginate recupera da 15-20, ma non riesce a concretizzare l’occasione di pareggiare a quota 21, dando via libera alle rivali. Nel secondo set le leoncine aumentano l’intensità e il livello di gioco, riducendo gli errori e aggredendo le avversarie, portando a casa la frazione con ampio margine.

L’avvio del terzo set vede Lecco spingere con furia dai 9 metri, Olginate risale fino al 12-16 poi fallisce una facile occasione per accorciare ancora e la capolista ne approfitta per allungare definitivamente. La musica non cambia nella quarta frazione, con la capolista padrona del campo che vola verso la vittoria finale.

Tabellino: Colombo 3, Giudici 10, Rinaldi 23, Tresoldi 8, Cattaneo 4, Rocca 4, Comi (L1), Perego, Alice Comi 4, Cortesi 1, Acquistapace. N.e: Boscolo Nata, Rainoldi. All.: Tirelli e Rebecca. Sabato 17 marzo alle 17.45 la Elevationshop.com Olginate ospiterà il Sanda Volley (Monza e Brianza) per interrompere la serie negativa.

“Quando siamo avanti nel punteggio giochiamo bene - commenta il coach Roberto Tirelli -, purtroppo non riusciamo a risollevarci quando dobbiamo recuperare. Nel secondo set abbiamo limitato il ritorno di Lecco dopo una buona partenza e abbiamo approfittato di qualche loro errore. Nel terzo siamo andati in tilt non riuscendo a rispettare le competenze tecniche che avevo dato alle ragazze. Per provare a fare il colpaccio servivano più lucidità ed efficienza in attacco; ci sono alcune situazioni di gioco in cui dobbiamo capire che possiamo ottenere di più”.

12 marzo 2018