Invia articolo Stampa articolo
Lecco rivive l'antica festa cittadina che celebra la vittoria di Lepanto

Lecco (Lècch) - Capoluogo animato dalla Festa di Lecco che ogni anno si celebra nella prima domenica di ottobre, secondo la tradizione risalente agli ultimi decenni del ‘500, per onorare la battaglia navale di Lepanto (7 ottobre 1571). In quella data le navi cristiane respinsero la flotta della Mezzaluna, salvando l'Europa da uno dei più pericolosi tentativi di invasione islamica. Episodio ricordato nella Basilica di Lecco, sulla cui volta campeggiano gli affreschi che magnificano la miracolosa vittoria.

RINGRAZIAMENTO. La festa è detta della Madonna del Rosario, poichè fu istituita da Papa Ghislieri (San Pio V), che ne stabilì la ricorrenza liturgica in ringraziamento per la vittoria di Lepanto: il Pontefice attese l'esito della battaglia pregando il Rosario e il senato della Serenissima Repubblica di Venezia proclamò: "Non virtus, non arma, non duces, sed Maria Rosarii victores nos fecit"(Non il valore, non le armi, non i condottieri, ma la Madonna del Rosario ci ha fatto vincitori).

SACRO E PROFANO. Oggi la festa che porta in sé il “sacro” con la solennità della Madonna del Rosario e il “profano” con i diversi appuntamenti organizzati dal Comune di Lecco e dalle associazioni del territorio che vogliono mantenere viva questa antica tradizione. Fulcro della festività, dunque, non può che essere la Basilica di San Nicolò, dove alle ore 10.00 verrà celebrata la Santa Messa. Aprendosi più al lato culturale e turistico, nel pomeriggio, dalle 15.00 alle 17.00 sarà possibile salire sul “Matitone” per godere della splendida vista a 360° sull’intera città (prenotazioni sul sito www.campaniledilecco.it).

TUTTI GLI EVENTI. Nelle piazze centrali troverà spazio Immagimondo, il Festival di viaggi e culture giunto alla 20^ edizione. Inoltre, alle 11.30 l’associazione Femminile Presente! inaugurerà l’aiuola fiorita lungo il Lungo Lario Isonzo. In mattinata, per i più sportivi, la 7^ camminata sul sentiero Rotary da Versasio a Vercurago a cura del Rotary Club Lecco. Nel pomeriggio, dalle 14.30 “Fashion Show” con sfilata di moda e intrattenimento musicale nella Corte delle Botti e dei Sassi in via Ghislanzoni. Durante la giornata, mercatini della creatività sul lungolago e alla Piccola e banchetti di dolciumi in piazza Garibaldi.

STARE INSIEME. «Anche quest’anno – commenta il sindaco di Lecco, Virginio Brivio – durante la Festa di Lecco non mancheranno le occasioni per stare insieme. Oltre al profondo senso religioso che connota la solennità della Madonna del Rosario, vale la pena porre l’accento su due aspetti più “civici”: l’apertura della città al mondo e alle culture altre dalla nostra, grazie alle esperienze dei viaggiatori di Immagimondo e l’impegno dell’associazione “Femminile Presente!” che si è spesa per abbellire un angolo della nostra città, ricordando il prezioso contributo delle donne nella crescita della nostra comunità». Una festa coinvolgente per le tante iniziative, ma senza più alcun riferimento alla vittoria cristiana: alla fine, la sensazione è che il capoluogo perpetui una antica tradizione, ma di cui si sta smarrendo il vero significato.

26 settembre 2017