Invia articolo Stampa articolo
Milano, Sala e la marcia xenofila: inutile dimostrazione di debolezza

Lecco (Lècch) - Il Comune di Lecco aderisce alla marcia che il Corriere di Lecco definisce xenofila. Non mi stupisce questa decisione, visto il colore dell'amministrazione comunale lecchese. Quello che stupisce sono le motivazioni della marcia, voluta dal sindaco piddino Sala: promuovere la cittadinanza e l'accoglienza degli stranieri (ovvero svilire la cittadinanza italiana).

La cosa stupisce perché si tratta di una inutile manfrina: al governo ci sono proprio loro, i piddini xenofili, e allora, mi chiedo che bisogno hanno di fare una marcia per promuovere per strada ciò che dovrebbero fare in parlamento? Evidentemente cercano di legittimarsi, ma è soltanto una palese dimostrazione di debolezza quella di inscenare con una chiassata il consenso che non hanno nel Paese su politiche antinazionali invise alla stragrande maggioranza dei cittadini di buonsenso.

L. C.

20 maggio 2017