Invia articolo Stampa articolo
Comunità Valsassina, Suap per 23 Comuni

Barzio (Bàrs) - L'assemblea della Comunità Montana ha illustrato lo studio preliminare per l'organizzazione dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) in gestione associata che interessa 23 Comuni. Nella seduta di giovedì, approvatp il Piano di indirizzo Forestale (PIF) e il Piano Territoriale di coordinamento del Parco Regionale della Grigna Settentrionale.

GIACENTI. «Si tratta di documenti programmatici previsti per legge e giacenti da molto tempo - ha sottolineato il presidente Carlo Signorelli - e siamo quindi molto soddisfatti per il fatto che, grazie all'impegno degli uffici e dei consulenti presenti alla seduta, si sia raggiunto un accordo per il primo passaggio assembleare; ora l'invito a tutti i comuni interessati è di chiedere chiarimenti e fare osservazioni entro i termini previsti prima dell'approvazione finale prevista dopo le ferie estive».

PRELIMINARE. Nella stessa seduta assembleare è stato votato all'unanimità il parere favorevole alla fusione dei comuni della Valvarrone (con l'auspicio che ci possa essere un'estensione in tempi brevi) ed è stato illustrato lo studio preliminare per l'organizzazione dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) in gestione associata, come richiesto a suo tempo da 23 comuni. A tale riguardo l'appuntamento per un incontro tecnico è stato ipotizzato il prossimo 26 giugno, riunione in cui si dovrà anche sciogliere il nodo della ripartizione delle spese di gestione tra i comuni aderenti.

REFERENTI. La Comunità montana chiarisce che, a conclusione dello studio di fattibilità e organizzativo che è stato affidato a suo tempo con procedura di evidenza pubblica a un professionista esperto, si proseguirà con l'attribuzione dei compiti di coordinamento alla Comunità Montana con l'identificazione di referenti comunali e la scelta, sempre con procedura di evidenza pubblica, di una struttura esterna o di professionisti che svolgeranno le funzioni operative.

L'ELENCO. Questo l'elenco dei comuni che hanno manifestato inizialmente l'interesse, fermo restando che fino all'ultimo l'adesione sarà possibile: BALLABIO – BELLANO - CASARGO - CASSINA – CREMENO- DERVIO - ESINO LARIO - INTROBIO - INTROZZO - MARGNO - MOGGIO - MORTERONE - PAGNONA - PASTURO - PERLEDO - PREMANA - SUEGLIO - TREMENICO - VARENNA - VENDROGNO - VESTRENO. DORIO e TACENO sono favorevoli ma si sono riservati di valutare il progetto complessivo.

4 giugno 2017