Invia articolo Stampa articolo
Premana: fuggi-fuggi Paese commissariato

Premana (Promàne) - Nicola Fazzini non è più il sindaco di Premana. Il paese della Valsassina celebre per la sua produzione di coltelli e forbici artigianali, si è arreso di fronte alla raffica di dimissioni che ha travolto il Consiglio comunale e l'amministrazione municipale.

IL NUMERO. Il prefetto ha nominato il commissario che condurrà il paese a nuove elezioni: si tratta di Marcella Nicoletti, vice prefetto aggiunto. Fazzini, dunque, rimette in anticipo il mandato per mancanza del numero legale di consiglieri.

PRESO IN MEZZO. Al Comune di Premana, infatti, si è assistito ad un autentico fuggi-fuggi dei membri della maggioranza, in seguito al caso della centrale idroelettrica della val Fraina. Il Comune è stato "preso in mezzo": da una parte ambientalisti e valligiani con le loro proteste, dall'altra Energia Futuro srl, l'azienda titolare dell'impianto, che ha paventato un danno economico in caso di marcia indietro. A questo punto, la maggioranza di Vivere Premana ha gettato la spugna.

Nella foto: Nicola Fazzini (facebook).

15 dicembre 2016