Invia articolo Stampa articolo
Piazza Affari di Lecco ridotta a latrina: il Comune bonifica l'area

Lecco (Lècch) - Piazza Affari, appena restituita ai cittadini dopo anni di interminabili lavori, ridotta a una latrina a cielo aperto: lo denuncia il Comune, costretto ad eseguire ben due interventi di bonifica nel giro di poche ore per rimediare allo schifo. L'area, infatti, sembra diventata il luogo prediletto dove dar sfogo ai più bassi istinti.  

URINA E BOTTIGLIE. «Continuano purtroppo - si legge infatti in una nota del Comune - a verificarsi episodi di maleducazione a danno dei luoghi pubblici cittadini che causano situazioni di disagio e degrado: urina, rifiuti, bottiglie e bicchieri sporchi abbandonati».

STESSO SCONCIO. E Palazzo Bovara informa che risale all'altra sera l’ultimo episodio di inciviltà occorso nei pressi di piazza Affari, a seguito del quale, giovedì mattina, il Comune di Lecco ha disposto la pulizia e la bonifica dell’area, attivata a partire dalle 7. Ma alle 11 del mattino è stato nuovamente segnalata da diversi cittadini il ripetersi dello stesso sconcio nella medesima zona.

LE TELECAMERE. L’area, così, è stata nuovamente ripulita e bonificata. «Il passaggio successivo - indorma il Comune - consisterà nell'installazione delle telecamere di videosorveglianza, che consentiranno di applicare le sanzioni previste dalle normative a chi deliberatamente decide di attentare al decoro cittadino, peraltro in un luogo poco distante anche dai bagni pubblici installati in via nullo».

Nella foto: intervento di bonifica in piazza Affari.

26 agosto 2016