Invia articolo Stampa articolo
Ballabio, consigliere attacca sč stesso

Ballabio (Balàbi) - Un po' sbadato il consigliere Riccardo Amerigo Invernizzi, lista civica di sinistra a Ballabio. Il capogruppo di Cambiamo insieme, candidato sindaco senza successo, si è prodotto in un vibrante attacco all'amministrazione comunale su presunti ritardi relativi all'approvazione del Piano di diritto allo studio. Peccato che tempi e prassi siano proprio i suoi, quelli che lui approvava quando era consigliere di maggioranza.

ALLARMISMO. «Alcuni media - si specifica, infatti, in una nota diffusa dal Comune - hanno pubblicato un intervento del consigliere di Cambiamo insieme Riccardo Invernizzi in cui si diffonde inutile allarmismo sull'iter del piano di diritto allo studio, così come era circolata vana ansietà sull'inesistente distacco di Ballabio dal comprensivo scolastico lecchese. L'amministrazione comunale, nel ribadire che l'assessore all'Istruzione Sara Gattinoni sta operando da tempo per completare i passaggi inerenti il piano di diritto allo studio, precisa che tale adempimento verrà portato a termine senza alcun "Consiglio comunale in emergenza" (come scrive Invernizzi), nei tempi e nella prassi sempre adottata in passato da questo Comune e dallo stesso Riccardo Invernizzi, quando sedeva in Consiglio comunale nell'allora maggioranza del sindaco Luigi Pontiggia (2000-2005)».

DIMENTICANZA. «Il signor Invernizzi, che ricorda che siamo "a poco più di una settimana dall'inizio delle lezioni", forse, dimentica di avere approvato (votandolo in Consiglio comunale) il Piano di diritto allo studio quasi sempre a scuola iniziata (come avviene in quasi tutti i Comuni), a fine settembre. L'ultimo assessore all'istruzione, Pinuccia Lombardini, presentò in Consiglio comunale e approvò tale Piano di diritto allo studio anche ben più in là, come accadde il 25 novembre del 2013».

EMERGENZA. «In quelle circostanze - conclude il Comune -, Invernizzi non ebbe mai a preoccuparsi per ipotetici "Consigli comunali in emergenza". Per quanto riguarda questa amministrazione, si conferma, dunque, che, entro la fine del mese verranno ultimati i consueti passaggi di rito, tra cui commissione consiliare per coinvolgere le minoranze e successivo Consiglio comunale, secondo la prassi e i tempi sui quali, in precedenza, lo stesso consigliere Invernizzi non ha mai avuto nulla da eccepire».

Nella foto: al centro, col giacchino nocciola, Riccardo Invernizzi (foto facebook).

12 settembre 2016