Invia articolo Stampa articolo
Legambiente pesca copertoni nel lago

Mandello del Lario (Mandèll) - Legambiente Lecco ha recuperato 250 pneumatici da fondale del Lago di Como. L'intervento in località Moregallo (Mandello del Lario), dove giaceva una "discarica" composta da 250 pneumatici.

CREATIVI. L'operazione di Legambiente è stata compiuta nell'ambito del progetto de "I Creativi della Spazzatura", insieme ad alcuni gruppi di sub. Il progetto co-finanziato dalla Fondazione della Provincia di Lecco, mira alla bonifica ambientale da un lato e al cambiamento culturale dall'altro.

A MONITO. Infatti, i pneumatici recuperati dal fondale, attraverso il lavoro di artisti, verranno utilizzati per installazione artistiche a monito sui luoghi del recupero. I rimanenti verranno recuperati come pouf o sedute di design presso l'Ostello Parco Monte Barro, gestito a Galbiate da Legambiente o avviati verso la normale filiera del riciclo, grazie ai container messi a disposizione da Silea.

COSA TRISTE. Soddisfazione tra i volontari. Alessio Dossi, presidente di Legambiente Lecco dichiara: «Lo sforzo è stato grande, in termini di forze necessarie. Abbiamo ripulito il fondale da una discarica di pneumatici. La cosa è davvero triste, se consideriamo come sia possibile che ci sia ancora chi antepone il proprio egoismo e il proprio interesse personale alla manutenzione ambientale di un territorio splendido come quello lecchese, con tutte le possibilità di rilancio turistico che possono esserci».

CAMBIAMENTO. «Il nostro intento, però, non è solo quello della pulizia, sarebbe poco; ciò che vogliamo fare è lanciare un messaggio: certe cose non devono più accadere perché bisogna raggiungere un cambiamento culturale, che trasformi nella mente delle persone l'ambiente in una risorsa da tutelare e non in una discarica da utilizzare». I lavori verrano ultimati domani, quando verrà recuperata l'ultima parte dei pneumatici presenti sul fondale. La partecipazione è aperta a chiunque fosse interessato.

Nella foto: una immagine dell'intervento.

9 aprile 2016