Invia articolo Stampa articolo
Ballabio, anziani “a scuola” di sicurezza

Ballabio (Balàbi) - Un decalogo di buoni consigli per scampare a reati e raggiri: è il frutto dell'incontro svoltosi giovedì presso la Sala civica di Ballabio superiore, nel quadro della Campagna di sicurezza per gli anziani.

COMANDANTE. L'assessore alle Politiche sociali Sara Gattinoni ha presentato il luogotenente Antonino Bertino, accompagnato dal maresciallo De Maio, ad un attento pubblico che ha seguito con particolare interesse la "lezione" tenuta dal comandante della Stazione dei Carabinieri di Lecco.

GENTILI. Queste le indicazioni fornite dai militari agli anziani presenti (valide per tutte le età): chiudere sempre porta di casa anche se si esce per poco tempo; non indossare gioielli vistosi che possano attirare attenzione; tenere sempre la borsa sul lato muro e mai lato strada; se arrivano tecnici di enel, gas & c. non aprire assolutamente ma parlare solo al citofono e chiedere nome e cognome per poter chiamare enel ecc. e verificare che ci sia un dipendente con tale nome; attenzione alle persone che fermano per strada anche solo per informazioni, di solito i truffatori sono persone gentili, distinte, ben vestite; evitare di ritirare la pensione da soli, piuttosto aprire un conto corrente e far versare la pensione per poi prelevare di volta in volta il necessario per le spese settimanali.

ABITUDINI SPIATE. E ancora: non essere troppo abitudinari: evitare di uscire e rientrare sempre alla stessa ora, importante non andare sempre nello stesso bar o supermercato ma cambiare spesso abitudini perché i truffatori prima di muoversi studiano le abitudini delle vittime; per qualsiasi dubbio o sospetto chiamare subito il 112; non vergognarsi per essere state raggirati ma chiamare subito, prestare attenzione a tutti i dettagli della persona sospetta (aspetto, accento, segni particolari); installare un sistema di allarme in casa che gratuitamente può essere collegato ai carabinieri; tenere vicino al telefono una lista con i numeri di emergenza (112 per tutto) e i numeri di banca, posta, enel, gas per chiamare subito se si ha il sospetto di un falso tecnico; non firmare nulla; nel peggiore dei casi, se il ladro entra in casa non opporre nessuna resistenza e consegnare tutto.

SCONOSCIUTI. «Ringrazio a nome dell'amministrazione comunale il comandante Bertino e l'Arma dei Carabinieri - commenta Sara Gattinoni - per la disponibilità che hanno manifestato anche in questa circostanza, conferma di una premura verso la nostra comunità che molti di noi hanno, più volte, personalmente apprezzato. Dobbiamo prendere atto che, da tempo, anche Ballabio non è più al riparo della criminalità, e che nel nostro paese giungono persone sconosciute. Come confermato dal sindaco, con l'anno prossimo questa amministrazione riuscirà a destinare alle proprie politiche per la sicurezza parte delle sue disponibilità economiche, oggi bloccate da provvedimenti governativi che ci legano le mani».

COLLABORAZIONE. «Nel frattempo a Ballabio - prosegue -, da parte di questa amministrazione, sono stati intensificati i controlli e disposti pattugliamenti con le forze disponibili e diventa importante la collaborazione dei cittadini. Infatti, la cosa su cui hanno insistito di più i militari è la necessità di contattarli senza alcun timore per qualsiasi dubbio o sospetto, telefonando al 112 o al numero 0341.284039 a cui risponde la sezione dei carabinieri per Ballabio».

Nella foto: un momento dell'incontro.

26 settembre 2015