Invia articolo Stampa articolo
Ballabio, preso dai Cc ricercato per violenze

Ballabio (Balàbi) - Doveva scontare un residuo di pena definitiva di 5 anni e 8 mesi di reclusione, per una serie di maltrattamenti e violenze carnali compiuti ai danni della propria ex moglie due anni fa. I carabinieri, a coronamento di brillanti indagini, lo hanno rintracciato e catturato in Valsassina, a Ballabio.

ORDINE DI CATTURA. Nello scorso settembre la Procura della Repubblica di Milano aveva emesso l'ordine di cattura nei confronti del condannato, G.G., un uomo di origine calabrese. Per l’esecuzione della carcerazione era stata incaricata l’Arma di Bellusco, competente territorialmente, in stretto contatto con la Squadra Catturandi del Nucleo investigativo Carabinieri di Monza.

RESO IRREPERIBILE. Le ricerche effettuate dall’Arma di Bellusco hanno permesso di apprendere che G.G. si era reso irreperibile già dal mese di giugno, giorno in cui la Corte di Cassazione si era pronunciata, respingendo il ricorso presentato dai legali dell'imputato. Dalle indagini della Squadra Catturandi è, poi, emerso che cil ricercato aveva trovato rifugio nel Comune di Ballabio.

DONNA PEDINATA. Al G.G. i militari sono arrivati controllando e pedinando una donna di Usmate Velate, nonché un’altra donna, compagna del condannato. A quel punto i carabinieri della Squadra Catturandi, con l'appoggio dei militari della Compagnia di Lecco, hanno circondato l’abitazione del ricercato e fatto irruzione nell'appartamento. L'uomo è finito al fresco nel carcere di Lecco mentre per le due donne, responsabili del delitto di favoreggiamento, è scattata la denuncia a piede libero.

27 ottobre 2015