Invia articolo Stampa articolo
Palazzo Ghislanzoni, ulteriore ribasso

Lecco (Lècch) - Bandita l’asta pubblica per l’alienazione del bene comunale sito in Via Roma 51. L'edificio storico, noto con il nome di Palazzo Ghislanzoni, inserito nel piano triennale 2015-2017 delle alienazioni immobiliari del Comune di Lecco, sarà acquisibile a partire da un valore minimo posto a base d’asta di 3.184.000 euro.

TERZA PROCEDURA. Si tratta della terza procedura di alienazione mediante asta pubblica avviata per il bene: la prima, perfezionata nel 2010, aveva stabilito come valore minimo la cifra di 3.980.000 euro, mentre la seconda, condotta nel 2013, aveva posto a base d’asta l’importo di 3.400.000 euro; con questa nuova procedura il valore minimo scende di ulteriori 216 mila euro.

SEDE DELLE ASSOCIAZIONI. Il palazzo venne donato da Luigi Ghislanzoni al Comune nel lontano 1893: già sede di uffici comunali, divenne col tempo la casa delle associazioni cittadine, dall'Avis ai Marinai d’Italia. Una storia rinnegata: la sua alienazione ai privati fu voluta dalla maggioranza che sostiene Virginio Brivio. Veementi le proteste della Lega Nord, che accusò il sindaco di "tradimento della citta" e abbandonò l'aula al momento di un voto già deciso.

12 ottobre 2015