Invia articolo Stampa articolo
Casargo, al Cfpa danesi e siciliani

Casargo (Casarch) – Cena di accoglienza delle delegazioni danese e siciliana in visita in questi giorni al Cfpa di Casargo. L'incontro conviviale, martedì sera, in onore di due tra le tante scuole gemellate con il Centro di Formazione di Casargo, è stata l’occasione per dare voce alla realtà che la scuola valsassinese ha rappresentato negli ultimi anni.

IL VIDEO. Una serata iniziata con la proiezione del video del cavalier Callone sulla traversata dello Stretto di Messina e proseguita con una cena all’insegna dei sapori tipici siciliani, preparati da alcuni studenti del Centro di Formazione che hanno ricevuto i più sentiti complimenti da tutti, in particolar modo da Marco Cimino.

PARTENARIATO. Il direttore Apaf e del Cfpa di Casargo che ha sottolineato come «gli studenti di 3^A, 3^B e 5^A che hanno curato il menù di questa sera sono stati in grado di onorare il partenariato stretto con l’Istituto d’Istruzione superiore Antonello di Messina, giunto qui per completare lo scambio didattico avviato lo scorso marzo. La presenza degli studenti provenienti dalla Danimarca è stata l’occasione per rendere omaggio ad un’altra realtà vicina al nostro istituto con la quale abbiamo stretto un gemellaggio importantissimo ai fini della formazione dei nostri studenti».

PASSI AVANTI. Marco Cimino, a conclusione del suo intervento, ha voluto ringraziare tutti i dipendenti Apaf e Francesco Maria Silverij, attuale presidente Apaf e del Cfpa di Casargo, per i passi avanti fatti nel corso degli ultimi anni. «Questi sei anni - ha detto - trascorsi in veste di presidente Apaf e del Cfpa di Casargo sono stati un’esperienza indimenticabile. Un intervallo temporale che ha permesso a questa scuola di diventare un’eccellenza riconosciuta a livello nazionale e internazionale e che, grazie ad una cura minuziosa dell’immagine dell’Istituto, ha permesso di far percepire in pieno la qualità della didattica offerta».

NUMERI. «Un ringraziamento speciale tengo a farlo a Marco Cimino, anche grande progettista – ha aggiunto Silverij –. In questi sei anni di Cda i numeri sono stati importantissimi: siamo passati da 114 studenti iscritti al raggiungimento della massima capienza dell’istituto, sono stati scritti due libri, realizzati due Contest Internazionali, stretti 28 partenariati di cui 12 in Europa e avviato una didattica che si è dimostrata vincente sotto ogni aspetto: la scuola ha partecipato a sei edizioni di Ristorexpo vincendo ogni volta il primo premio, ha raggiunto il terzo posto negli Internazionali d’Italia, ha vinto il primo premio al concorso New talented italian chef for Expo 2015 – sezione Sala e Bar e prestato servizio presso Villa Lario».

6 maggio 2015