Invia articolo Stampa articolo
Ballabio, Pinuccia Lombardini day

Ballabio (Balàbi) - Un giorno del "ringraziamento" dedicato a Pinuccia Lombardini (foto). Lo propone la lista civica Nuovo Slancio per Ballabio in risposta «all'incensamento che la signora Pinuccia Lombardini ha profuso su sè stessa» intervenendo dall'online locale. Di seguito l'ironica risposta di Alessandra Consonni, capogruppo di Ballabio Nostra e candidata sindaco di Nuovo Slancio per Ballabio.

INCENSAMENTO. Letto l'incensamento che la signora Pinuccia Lombardini ha profuso su sè stessa intervenendo dalle colonne di Ballabio news, Nuovo Slancio per Ballabio intende istituire una giornata del ringraziamento dedicata al prezioso vicesindaco, autentica risorsa per il paese.

COSTI DEL COMMISSARIO. Ringraziamo Giuseppina Lombardini perchè lei e il sindaco Pontiggia non percepiscono uno stipendio ma, sottolinea, una indennità base mensile che, a quanto risulta dalla Gazzetta Ufficiale, ammonterebbe all'inezia di € 2.170 per il sindaco e al 20% di tale importo per il vice sindaco, cifra da ridimensionare nel caso si ricevesse già uno stipendio quale dipendente dall'ente pubblico: Lombardini ci corregga dettagliando i suoi introiti, come gentilmente si è offerta di fare, visto che, pochi o tanti, stipendio o indennità che li si chiami, si tratta di soldi dei cittadini. E magari metta nel conto anche i costi del commissario prefettizio che, come non tutti sanno, sono a carico del Comune commissariato a causa della sua personale questione col sindaco.

L'UNICO FOCUS. Ringraziamo Giuseppina Lombardini perchè il suo "unico focus è quello del bene del paese e di tutti i suoi cittadini", come "ampiamente dimostrato in questi anni" e come dimostrano, per quanto riguarda il suo amorevole assessorato, le petizioni di genitori che protestano per la sporcizia delle palestre, le lamentele dei cittadini e gli incidenti dopo la soppressione del servizio di Polizia locale davanti alle scuole, il caos seguito alla mancanza di una sezione in più alla scuola dell’infanzia “Pianeta Bimbi” senza avvisare i genitori, la porta sbattuta in nome della laicità alle suore che hanno offerto l'utilizzo pubblico della struttura scolastica del “Castello”, le passerelle parrocchiali per poi lasciare le aule scolastiche senza i crocefissi, i ragazzi ballabiesi costretti al pendolarismo scolastico per la mancanza di una sezione distaccata delle scuole medie inferiori in paese.

VIVERE IL PAESE. Ringraziamo Giuseppina Lombardini per averci aperto gli occhi sulla nostra incapacità di vivere il paese, come ci rimprovera, quando invece potremmo bearci di un bel giro sotto i massi che rischiano di piombare sulla costosa quanto inutile ciclabile voluta anche da lei, o facendo un salto allo "scatolone" (costoso anch'esso) che ha occupato l'ormai ex Parco due mani per acquistare un po' di lattuga del Lario orientale a dispetto dei nostri superstiti commercianti, o concedendoci un profondo sonno nel paese sempre più ridotto a dormitorio mentre i ladri ci ripuliscono la casa, oppure organizzando una festa a gazosa e, come si suol dire, a fichi secchi che è quanto in tanti si possono permettere dopo essere stati tartassati dalle nuove tariffe (acqua in primis) piombate sui ballabiesi. Per tutto questo, e molto altro ancora, proponiamo che il 31 maggio 2015 sia la giornata del ringraziamento in cui i ballabiesi potranno sdebitarsi nei confronti della signora Lombardini e di questa amministrazione.

4 aprile 2014