Invia articolo Stampa articolo
Oggiono, alla Scala grazie al Comune

Oggiono (Ugiònn) - Partecipare agli spettacoli del Teatro alla Scala di Milano: opportunità offerta ad Oggiono, anche per il 2015, agli appassionati di musica classica ed opera lirica. Una possibilità che si concretizza grazie al Gruppo interesse Scala, promosso dal Comune - assessorato alla Cultura, in collaborazione con il Corpo musicale Marco d’Oggiono.

PRODUZIONI. L'iniziativa prevede che, di anno in anno, vengano scelte quelle produzioni, tutte di altissimo livello qualitativo, che favoriscono una maggiore diffusione e conoscenza della musica classica nelle sue manifestazioni più caratterizzanti (concerti sinfonici, opere e balletti).

CHIAVI DI LETTURA. Prima di ogni spettacolo, vengono organizzate delle serate introduttive, a cura del Corpo musicale, che offrono non solo indicazioni e spiegazioni tecnico-musicali dell’opera, ma anche chiavi di lettura e di interpretazione. Il primo spettacolo a cui gli appassionati di musica di Oggiono sono invitati a partecipare è “Cello Suites (In den Winden in Nichts), in programma il prossimo 7 marzo. “Cello Suites (In den Winden in Nichts)” è un balletto ideato dal coreografo e ballerino svizzero Heinz Spoerli sulla splendida musica delle Suites per violoncello solo 2,3 e 6 di J. S. Bach.

VERSIONE IN DANZA. Il primo incontro di Spoerli con la musica di Bach risale agli anni novanta, quando, in qualità di direttore del Deutsche Oper Am Rhein, propose una versione in danza delle celebri Variazioni Goldberg e delle Suites per violoncello solo 1,4 e  5 ( ...und Mied den Wind). La Suite è un insieme di brani collegati tra loro e pensati per la danza: si presentano in successione allemande, correnti, sarabande, gighe, minuetti, tutte con strutture predefinite e ballabili.

VENTO NEL NULLA. Ovviamente, la musica di Bach non si limita a servire uno scopo, ma trasfigura la forma e la tramuta in un linguaggio assoluto, in un profondo monologo per strumento solista, sul quale si innestano i movimenti di danza per soli, coppie o gruppi di ballerini più numerosi pensati da Spoerli. "Vento nel nulla" è l'evocativo sottotitolo di questo balletto senza legami narrativi, in cui la musica è guida e protagonista. Lo spazio intorno è riempito da un cerchio gigante adorno di luci e di scie di vapore, che crea l'illusione di trovarsi nell'immensità dello spazio un attimo prima dell'inizio del mondo.

LA DEFINIZIONE. Non può che ritornare alla mente la definizione che diede Goethe, la più esaustiva sulla musica di J.S. Bach "un colloquio di Dio con sé stesso, poco prima della creazione" e farne la propria guida durante tutta questa sorprendente esecuzione. Per informazioni e iscrizioni, rivolgersi a: Comune di Oggiono – Ufficio Cultura, cultura@comune.oggiono.lc.it

20 febbraio 2015