Invia articolo Stampa articolo
Cassago, Colzani premiato a Firenze

Cassago (Casàgh) - Marco Colzani, artigiano del cioccolato dal rigore scientifico, ottiene il premio Tavoletta d'Oro 2015 “Cioccolatiere artigiano e sperimentatore”. La premiazione, quest'anno,  si è svolta nell'ambito di Taste a Firenze.

TAVOLETTA. L'8 marzo, alla Stazione Leopolda di Firenze, Marco Colzani, in una delle rare domeniche lontano dal suo laboratorio di Cassago Brianza, ha ricevuto la Tavoletta d'oro come Cioccolatiere artigiano e sperimentatore, Oscar al cioccolato italiano di qualità, secondo le valutazioni della “Compagnia del Cioccolato”.

INTEGRALISTA. Due le tavolette nate nel laboratorio C-Amaro ad arrivare in finale: “Lago di Como 70%” nella categoria Fondenti e “Repubblica domenicana 70%” in quella Cioccolato d'origine. Un momento di grande emozione per Marco Colzani, un riconoscimento importante a chi, alle scorciatoie, ha sempre preferito integrità e integralità: partire dalla fava per portare avanti un'idea di cioccolato essenziale, “puro”, che trova e rivela la propria origine.

LO STUDIO. Per Colzani, il cioccolato è solo fava di cacao e zucchero di canna. Il resto? Un'importante dose di studio sulla tostatura, la lavorazione e la conservazione del cioccolato. Ed ecco le tavolette C-Amaro. Niente lecitina di soia, spesso di origine ogm, niente aromi e niente grassi “estranei”. Un cioccolato che è stato definito “da intenditori”, soprattutto perché lo “scioglimento” non è immediato.

Nella foto: Colzani premiato a Firenze.

13 marzo 2015