Invia articolo Stampa articolo
«A Ballabio cittadini snobbati dal sindaco»

Ballabio (Balàbi) - Acque agitate alle porte di Lecco: nel comune di Ballabio le commissioni consiliari vengono convocate all'insaputa dei cittadini e l'opposizione protesta. Il gruppo consiliare Ballabio Nostra, che rimprovera al sindaco di snobbare i cittadini, ha disertato la seduta della commissione Territorio e Ambiente.

LIMITE DELLA DECENZA. Alessandra Consonni, capogruppo della lista civica ballabiese, spiega così la questione: «L'attività delle commissioni è pubblica ma a Ballabio il pubblico, cioè i cittadini, non vengono messi al corrente delle convocazioni, neppure con un avviso all'albo pretorio nel sito del Comune. Ora - sottolinea - si è superato il limite della decenza. Nell'ultima seduta di consiglio comunale, infatti, il gruppo di Ballabio Nostra ha chiesto al sindaco Luigi Pontiggia di ovviare a questa mancanza, ricevendo rassicurazioni in proposito. Invece, per l'ennesima volta, i cittadini sono stati ancora tenuti all'oscuro».

SEDUTA A QUATTROCCHI. Da qui la clamorosa decisione: «A questo punto - prosegue - ci rifiutiamo di legittimare con la nostra presenza un comportamento sprezzante nei confronti dei cittadini. Ballabio Nostra non parteciperà più alle commissioni sinchè non cesseranno di essere delle riunioni semi-clandestine. Ciò vale si da stasera (ieri sera, ndr), per la commissione Territorio e Ambiente. Lascio - conclude Consonni - ai consiglieri Pedrazzoli e Goretti (consiglieri di maggioranza, ndr) il piacere di una seduta a quattrocchi, consiglio loro di accompagnarsi a un mazzo di carte e al quartino di vino».

27 giugno 2014