Invia articolo Stampa articolo
Statuto alle imprese Vignali soddisfatto

Lecco - Passa al Senato lo Statuto delle imprese e il parlamentare lecchese Raffaello Vignali (foto), uno degli artefici del provvedimento, esprime la propria soddisfazione.

PASSO DECISIVO. Secondo Vignali, vicepresidente della commissione Attività produttive della Camera e consigliere del ministro Romani per le Pmi, grazie al voto unanime di Palazzo Madama è stato compiuto in passo decisivo: "Ora - commenta il politico del Pdl - l'ultimo passaggio, che sarà velocissimo, alla Camera, che non modificherà più il testo. Lo Statuto delle Imprese è un provvedimento atteso da tutto il mondo imprenditoriale e dal mondo associativo e costituisce un tassello importante per realizzare un ambiente favorevole alle imprese e, in particolare le pmi, che è la condizione essenziale per la crescita, come sottolinea con insistenza anche l'Unione Europea. Una volta approvato lo Statuto, l'Italia sarà il primo Paese a fare diventare norma il contenuto dello Small Business Act (Atto sulle piccole imprese) europeo".

RIVOLUZIONE COPERNICANA. Vignali, sottolinea che lo statuto, di cui è estensore e primo firmatario, "rappresenta una rivoluzione copernicana per il mondo delle imprese che consentirà di guardare con rispetto e fiducia le nostre aziende, a cominciare dalle micro, piccole e medie, da parte dello Stato e dalla pubblica amministrazione. Ringrazio i senatori - conclude il deputato di Besana Brianza -, in particolare il presidente Cursi (che è stato relatore), i membri della commissione Industria e i componenti dell'Intergruppo per la Sussidiarietà per l'impegno e la tensione al bene delle imprese che ha prevalso sul clima di polemica politica ad ogni costo, proprio di questi tempi".

21 ottobre 2011