Invia articolo Stampa articolo
Lecco, teologo spretato premiato per S. Nicolò

Lecco (Lècch) – Ci sono due scalatori e un prete che mollò la tonaca tra i benemeriti che verranno premiati nella annuale cerimonia di San Nicolò, in occasione della festività del Santo Patrono della città. L'evento è in programma nella serata del 6 dicembre 2013, al Teatro della Società in piazza Garibaldi a Lecco.

L'appuntamento clou della giornata di S. Nicolò viene così annunciato dal sindaco Virginio Brivio: "Ci prepariamo alla consegna delle civiche benemerenze a cinque personalità significative per tutta la cittadinanza e che offrono speranza, con il loro esempio, all’intera città di Lecco. Sarà un altro momento emozionante, allietato dalle note musicali di orchestra interessante e capace".

L’evento avrà luogo presso il Teatro, a partire dalle ore 20, con il saluto del Sindaco di Lecco e la cerimonia di consegna delle Civiche Benemerenze ai benemeriti dell’anno: Bruno Bianchi (alla memoria), architetto;  Matteo Della Bordella e Luca Schiera, dei Ragni di Lecco; le Figlie di Maria Ausiliatrice; Barbara Foglieni, ricercatrice; Ambrogio Valsecchi (alla memoria), è la candidatura più clamorosa: sacerdote e teologo salito alla ribalta con certe convinzioni dottrinali giudicate "pericolose" per la salvezza delle anime e censurate dalla Chiesa. Valsecchi decise di "spretarsi", sposarsi e lavorare come psicologo.

Dopo le premiazioni seguirà, alle ore 21, il tradizionale concerto, in collaborazione con la Consulta musicale di Lecco, eseguito quest’anno dall’Insubria Wind Orchestra (IWO) diretta dal maestro Angelo Sormani, intitolato “Verdi e Wagner. Radici musicali d’Europa”. La scelta dei brani è motivata anche dal bicentenario della nascita degli autori.

Nella foto: Virginio Brivio.

3 dicembre 2013