Invia articolo Stampa articolo
A Morterone arte moderna in mostra

Morterone - Nel minuscolo comune montano di Morterone, domenica 7 luglio si inaugura la mostra “Arte Natura Poesia. Interventi a Morterone 2013”, un progetto promosso dall’Associazione Culturale Amici di Morterone in collaborazione con il Comune di Morterone per far divenire Morterone, piccolissimo comune ai piedi del Resegone, un museo a cielo aperto.

OPERE DIALOGANTI. Il progetto, iniziato a metà negli anni Ottanta, ha permesso l’installazione di opere d’arte dialoganti con il territorio in cui sono immerse, creando così una collezione permanente di oltre 30 opere di artisti italiani e internazionali. Per l’edizione 2013, saranno presentate nuove opere di Carlo Ciussi e Mauro Staccioli (nella foto, una sua curiosa produzione).

EQUILIBRATO RITMO. In località Morterone Centro vengono installate quattro sculture dell’artista Carlo Ciussi. Le forme essenziali e primarie delle opere in acciaio corten, sostengono gli organizzatori, dialogano con il contesto naturale e vivono di un equilibrato ritmo interno, fatto di pause, parallelismi e scarti, che coinvolge l’osservatore spingendolo a una percezione più profonda di ciò che lo circonda. Mauro Staccioli ha installato in località Bosco tre sculture a base circolare il cui corpo è dato dall’intreccio di archi a sesto acuto, Forme perdute dalle dimensioni non univoche, che riportano alla mente l’immagine del "covone" (termine con il quale l’artista stesso ha occasionalmente definito queste opere) e incoraggiano un’esperienza spaziale diretta e attiva dell’osservatore, che viene coinvolto in un intenso gioco di rimandi tra un passato fatto di ricordi, perduti, e la consapevolezza del presente.

SEGNALE POETICO. Sino a fine agosto, nella sala municipale di Morterone, vi sarà la mostra “Marines - Morterone: même combat”, una selezione di opere provenienti dalla collezione Billarant con lavori di Carl Andre, Robert Barry, Stanley Brouwn, Peter Downsbrough, Sol LeWitt, Lawrence Weiner, Donald Judd, Claude Rutault, Fred Sandback con molti dei quali i Billarant hanno stretto un rapporto di amicizia da diversi anni. L’idea di presentare mostre d’arte contemporanea a Morterone è nata a metà degli anni Ottanta da un’idea di Epicarmo e Sostene Invernizzi che, con alcuni amici, volevano e vogliono far rivivere la comunità morteronese sulle proprie radici anche creativamente, abbellendone il territorio con opere d’arte per renderlo, nel rispetto della sua incontaminatezza, un autentico segnale poetico.

5 luglio 2013