Invia articolo Stampa articolo
Maroni lascia indietro Ambrosoli Grillo, niente balzo in Lombardia

Lecco - Netta vittoria di Roberto Maroni che ha staccato di ben 5 punti percentuali il diretto avversario Umberto Ambrosoli nella corsa alla presidenza della Regione Lombardia. Il candidato di Pdl e Lega Nord ha surclassato anche la grillina Silvana Carcano: in Lombardia il M5S non raggiunge il 14%.

SUCCESSO DELLA CIVICA. Sul risultato di Maroni (43% contro il 38% del candidato della sinistra) incide fortemente l'ottimo risultato della Lista Maroni presidente: la Lega Nord, intorno alle 19, è data al 12,88%: la civica maroniana è ben al di sopra del 10%: un pienone che porta i leghisti delle due formazioni a diventare la prima forza del Consiglio regionale. Un successo della "linea Tosi", il sindaco di Verona che nella sua città aveva sbaragliato gli avversari mettendosi a capo di una formazione scaturita dalla società civile, fiancheggiatrice della lista leghista..

26 febbraio 2013