Invia articolo Stampa articolo
Alle porte di Lecco Pd e Pdl uniti pro Imu e contro Berlusconi

Ballabio - A Ballabio, paese alle porte di Lecco e all'ingresso della Valsassina, il Pd e la superstite consigliera del Pdl vanno a braccetto schierandosi assieme contro la restituzione dell'Imu. La mozione presentata da Ballabio Nostra, lista civica sostenuta dalla Lega Nord, è stata bocciata coi voti contrari delle due civiche targate Partito democratico e Popolo della libertà.

GIRATI AL MPS. Con una intuizione che ha preceduto di un paio di settimane la proposta di Berlusconi, la capogruppo di Ballabio Nostra, Alessandra Consonni, aveva presentato una mozione in cui si impegnava il sindaco a chiedere la restituzione dell'Imu ai cittadini. "Apprendiamo con sconcerto - aveva detto Consonni - che il governo Monti ha destinato 3,9 miliardi di euro alla ricapitalizzazione della banca Monte Paschi di Siena,  cifra praticamente identica al ricavato della famigerata Imu sulla prima casa. Se ora questi soldi vengono tranquillamente girati al Mps - aveva osservato -, vuol dire che l'Imu spremuta alle famiglie non era affatto indispensabile per salvare l'Italia, come a suo tempo propinatoci dal governo dei cosiddetti tecnici. Qui si tratta, invece, di salvare il Monte Paschi di Siena e non si capisce perchè debbano farsene carico i ballabiesi".

DEMAGOGIA O DIGNITA'. Da qui la mozione, che voleva essere un "gesto di dignità" e che, invece, è stata accolta come un atto di "demagogia elettorale" dal sindaco piddino Luigi Pontiggia, rivendicato orgogliosamente come "uno dei nostri" all'indomani delle ultime comunali da Carlo Spreafico, il consigliere regionale del Pd finito nei guai giudiziari per la Nutella e altri 48mila euro di rimborsi che non sono piaciuti ai magistrati. Consonni, che è anche candidata alla Camera nella lista della Lega Nord, ha spiegato come nella restituzione dell'Imu non vi sia nulla di demagogico, visto che lo stesso "vostro amico Matteo Renzi ha definito la proposta berlusconiana di restituire l'Imu come fattibile e auspicabile". Niente da fare, per il sindaco di Ballabio l'Imu non si tocca.

IL VOTO. Al momento del voto, dunque, a Ballabio non è passato il principio che la prima casa non va tassata. A favore della mozione i tre consiglieri di Ballabio Nostra, Alessandra Consonni, Barbara Crimella e Antonio Locatelli, contrari quelli della sinistra e Stefania Brambilla: la consigliera di Ballabio sul mondo, civica del Pdl, non nuova al sostegno della giunta di sinistra, di fatto questa volta ha votato contro... Silvio Berlusconi.

14 febbraio 2013