Invia articolo Stampa articolo
Campi di calcio come funghi: Ballabio merita Striscia la notizia

Ballabio - Dopo il recente blitz a Lecco, Striscia la notizia avrebbe da sbizzarrirsi in un paese della Valsassina dove si contano ben 6 campi di calcio di varia tipologia, su una popolazione di appena 4mila abitanti. E dove, per realizzarne uno della lunga serie, non si è esitato a far tabula rasa di un parco.

PROPENSIONE PALLONARA. La curiosa propensione pallonara del paese di Ballabio è stata illustrata nell'ultima seduta del consiglio comunale dall'opposizione. Alessandra Consonni, Barbara Crimella, Antonio Locatelli, consiglieri comunali della lista civica di Ballabio Nostra, hanno presentato una interrogazione in cui viene esposta la singolare situazione. Ovvero: "presso l'oratorio della chiesa di S. Lorenzo esiste un campo di calcio; presso l'oratorio della chiesa della Beata Vergine Assunta esiste un campo di calcio; presso il centro mons. Piccioni esiste un campo di calcio; presso il centro la Clava esiste un campo di calcio; presso un immobile in ristrutturazione nella via Aldo Moro sta sorgendo un campo di calcio; presso l'ex parco due Mani è in fase di realizzazione un campo di calcio". Questo significa, fanno osservare i consiglieri, "che un paese di circa 4 mila abitanti (tale è la popolazione ballabiese compresi vecchi e poppanti) si trova a disporre di ben 6 strutture calcistiche conseguendo un probabile record da guinnes dei primati".

POLITICHE SPORTIVE. Il gruppo di Ballabio Nostra ha quindi chiesto al sindaco Luigi Pontiggia (lista civica "targata" Pd) "se era proprio necessario fare tabula rasa, con grande dispendio economico, del Parco Due mani per realizzare l'ennesimo campo di calcio". E, soprattutto, "con quale criterio vengano mai pianificate le politiche sportive e del tempo libero in questo paese". Il sindaco si è preso 30 giorni per dare una risposta. Arriverà prima Striscia la notizia?

Nella foto: il campo di calcio della parrocchia di S. Lorenzo a Ballabio.

28 giugno 2012