Invia articolo Stampa articolo
X Festival Zelioli dei cori giovanili: "Successo artistico e di pubblico"

Lecco - “Particolarmente soddisfatti": Raffaele Colombo, presidente dell’associazione musicale Harmonia Gentium, commenta così lo svolgimento del X Festival europeo dei cori giovanili Giuseppe Zelioli.

IMPORTANTE TRAGUARDO.  Innegabile il successo della manifestazione, svoltasi a Lecco dal 4 all’8 luglio questo con il patrocinio e il contributo di Regione Lombardia, Provincia di Lecco, Comune di Lecco, Fondazione Cariplo e Confcommercio Lecco e con il patrocinio del Ministero Affari Esteri, della Commissione europea Cultura, della Camera di Commercio di Lecco e della Provincia di Monza Brianza. “In primo luogo – spiega Colombo – siamo orgogliosi per l’importante traguardo che ha raggiunto questa manifestazione, arrivata alla sua decima edizione, capace di proporsi come una delle più originali e partecipate rassegne a livello continentale. Gli incontri istituzionali che abbiamo avuto con il presidente di Regione Lombardia Roberto Formigoni e con i vertici della Provincia di Lecco e del Comune di Lecco hanno attestato questo significativo risultato”.

ELEVATO VALORE. “In secondo luogo – continua - siamo ammirati per l’elevato valore dei cori che vi hanno preso parte, che hanno saputo esprimersi ai più alti livelli qualitativi. Ne è stata prova concreta soprattutto il concerto in occasione della Santa Messa Solenne conclusiva del Festival, nel corso della quale tutti i complessi corali  hanno eseguito la Messa Solenne in fa magg. Op. 41(1914) a 4 voci miste di Giuseppe Zelioli e mottetti di vari autori. Voglio ricordare a questo proposito quanto il nostro arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola, ha affermato nella sua lettera di saluto: “Davvero la musica, e a maggior ragione la musica sacra, sprigiona dalla forza irresistibile della Verità””.

COMPETIZIONE NON COMPETITIVA. “Ma – aggiunge il presidente - vi è anche la soddisfazione per la validità della formula da noi proposta: come il nostro direttore artistico maestro Pierangelo Pelucchi ha sottolineato, questo Festival è una sorta di competizione non competitiva, in cui giovani di tutta Europa, con differenti tradizioni ed esperienze musicali e culturali, si confrontano con se stessi con altri giovani per migliorarsi, stando per quattro intere giornate sempre a stretto contatto fra loro  e con le famiglie che li ospitano. Infine desidero ringraziare il numeroso pubblico che ci ha seguito in ogni concerto, a Lecco come nelle altre 16 località lombarde prescelte per le esibizioni corali, contribuendo a fare di questo Festival non solo un evento culturale di grande respiro, ma anche un’occasione di incontro attraverso la musica con giovani artisti di tutta l’Europa. Ora l’appuntamento è per il 2014”.

PRIMI E SECONDI. Sotto il profilo artistico, questi i risultati della valutazione della commissione giudicatrice. Il primo Premio è andato a Varsavia Boys Choir (Polonia – Varsavia), Petit Chanteurs de Bordeaux  (Francia – Bordeaux), Essener Domsingknaben (Germania – Essen), Piccolo Coro Beata Vergine (Italia – Seregno), Children Chorus Pearls of Odessa (Ucraina – Odessa) e The Czech Boys Choir (Repubblica Ceca – Praga). Il secondo Premio è stato attribuito a Boys Choir Gintarelis  (Lituania – Klaipeda), Cantemus Boys Choir (Ungheria – Nyiregyhaza) e Boy and Youth Choir Varpelis (Lituania – Kaunas). Infine il primo Premio “Summa cum laude” a Girls Choir Cantus (Lettonia – Kuldiga).

Nella foto: il Varsavia Boys Choir.

15 luglio 2012