Invia articolo Stampa articolo
Pdl, chi paga gli affitti? Boscagli si fa avanti

Lecco - L'assessore regionale Giulio Boscagli si fa avanti per contribuire a pagare gli affitti arretrai della ex sede del Pdl, in via Digione a Lecco. Il conto, circa 17mila euro, è stato presentato a Dario Perego, coordinatore lecchese del Popolo della libertà sino al 2011.

SALVATE PEREGO. "È inammissibile che una sola persona sia chiamata a pagare gli arretrati per l'affitto della sede del Pdl": Boscagli commenta così la decisione del Tribunale di Lecco che impone a Perego di onorare personalmente il debito contratto dal suo partito. "Inammissibile e umiliante - aggiunge l'assessore regionale - per un partito che vuole giocare un ruolo importante nel territorio lecchese, che gli arretrati pesino sulle spalle di Perego, tanto più vista l'importanza che questo luogo ha avuto per la vita e l'attività di tutto il partito e dei suoi appartenenti".

COSPICUO STIPENDIO. Boscagli "gira" il conto agli attuali dirigenti affinchè loro bussino a quattrini in alto loco. "La questione - afferma infatti l'assessore regionale - va quindi portata dai nuovi responsabili del Pdl, che sono stati eletti dal congresso provinciale e hanno quindi il mandato degli aderenti, all'attenzione dei responsabili nazionali del partito". Dal canto suo, anche in considerazione del cospicuo stipendio da assessore regionale che riceve grazie al partito, Boscagli annuncia di voler dare una mano, ma chiede agli altri di fare altrettanto. "Per quanto riguarda il partito lecchese - conclude - credo necessaria una responsabilità comune nel ripianare il debito, per la qual cosa segnalo da subito la mia disponibilità, non senza tentare una transazione rapida con la proprietà".

Nella foto: Boscagli durante una colletta benefica.

22 maggio 2012