Invia articolo Stampa articolo
Ballabio, un “pienone” per la Fiera del taleggio

Ballabio - Grande successo per la VI edizione della Fiera del Taleggio: anche le vie di Ballabio, per un giorno, sono state percorse da un flusso incessante di persone, come avviene nelle località a maggior vocazione turistica.

14 STAZIONI. A richiamare i visitatori, la grande kermesse casearia organizzata dalla Pro Loco, confermatasi come la più importante manifestazione ballabiese. Ben 14 le stazioni disseminate per il paese, costituite da altrettante postazioni dedicate al taleggio ed ai suoi abbinamenti. In grande spolvero i maggiori produttori locali, che hanno dato saggio (e assaggio) della loro perizia.

BACIATI DALLA FORTUNA. Una manifestazione baciata dalla fortuna: sin verso le 11,00 Ballabio e gran parte del Lecchese sono state investite da una bufera, con tanto di fulmini e grandine. Poco dopo, quando le lancette dell'orologio indirizzavano verso il taleggio gli stomaci rumoreggianti, il sipario del maltempo è provvidenzialmente caduto mandando in scena l'attesa rassegna dei formaggi.

NIENTE VIGILI. Perfetta l'organizzazione, dotata anche di bus navetta per chi non se la sentiva di affrontare le salite ballabiesi: i volontari della Pro Loco hanno fatto la loro parte e non si sono rilevati problemi di sorta, anche se quest'anno il Comune non ha voluto "prestare" gli agenti della Polizia locale per prevenire eventuali problemi di circolazione ed ordine pubblico. Alla fine, tutti soddisfatti: ballabiesi (tante facce note in paese tra chi ha partecipato alla kemesse), forestieri e anche il presidente della Pro Loco, Enrico Pissavini, contento di aver superato i 2.000 visitatori dell'anno scorso.

Nella foto-galleria: due momenti della Fiera del taleggio 2012.

23 aprile 2012